Uno sguardo indietro sul 2020 di In-recruiting

Uno sguardo indietro sul 2020 di In-recruiting

La fine dell’anno porta sempre con sé il desiderio di volgere lo sguardo indietro, di ripercorrere velocemente il tempo trascorso e fare un bilancio dei propositi prefissati e degli obiettivi raggiunti.  Quest’anno abbiamo condiviso contenuti (40 nuovi articoli del nostro blog), momenti di formazione (42 webinar dell’Academy) e interazione (la nuova edizione digitale di HR Trend Talks), ma anche traguardi (la partecipazione alla Conferenza Empirical Methods in Natural Language Processing con la presentazione di un paper scientifico) e tante novità. Ripercorriamole insieme passando in rassegna quelle che abbiamo sviluppato e rilasciato nel corso di questo 2020.

Inda

Inda (Intelligent Data Analysis) è la nostra soluzione proprietaria di intelligenza artificiale per il recruiting e la Talent Acquisition. Abbiamo sviluppato questa nuova tecnologia grazie al lavoro di uno specializzato team Data Science composto da 3 fisici e 2 ingegneri informatici che, collaborando con il team IT, ha messo a punto uno strumento in grado di accelerare e ottimizzare i processi di selezione supportando i recruiter nel quotidiano lavoro di ricerca, attrazione e selezione dei migliori talenti. Grazie a specifici algoritmi di Machine Learning e Natural Language Processing (NLP), Inda mette a disposizione del selezionatore numerose funzionalità per rendere più semplice, veloce ed efficace lo svolgimento dei task quotidiani. Tra queste, la compilazione automatica del form di candidatura (conseguente all’upload del file); il parsing del CV – anche a partire da una scansione o fotografia – e l’estrazione automatica delle informazioni; la ricerca semantica dei candidati, l’attribuzione di uno scoring semantico per migliorare il ranking delle candidature e il riconoscimento di candidati simili a quello ottenuto come risultato finale della ricerca. L’intelligenza artificiale di Inda potenzia la gestione del processo di selezione: integrandosi facilmente ad altre soluzioni software (anche tramite API), Inda riesce ad automatizzare alcuni compiti ripetitivi e abituali permettendo al recruiter di dedicarsi ad altre attività e alla conoscenza diretta dei candidati.

Modulo Eventi

Il modulo ‘Eventi’ consente di creare, personalizzare e gestire eventi online. Che si tratti di career day, presentazioni aziendali, speech, giornate di formazione o academy, questa nuova funzionalità permette di semplificare e digitalizzare la gestione dell’evento. È possibile, quindi, creare una pagina personalizzata, impostare i dettagli dell’evento e dei suoi eventuali interventi (anch’essi personalizzabili); gestire le registrazioni con form personalizzati e farle confluire nel database dei partecipanti; conservare le candidature per le ricerche future o riservare annunci di lavoro agli iscritti per avvicinarli facilmente al mondo del lavoro. Questo modulo ha il vantaggio di avere alla base un sistema centralizzato come In-recruiting che consente di gestire l’intero evento in un unico posto: dalla sua creazione, alla comunicazione con i candidati, alla raccolta e conservazione dei profili nel database.

Meetin

Si tratta di una piattaforma di video-colloqui live, uno strumento indispensabile in un periodo in cui gestire le selezioni a distanza è diventata un’urgenza. Meetin non è solo estremamente vantaggioso per recruiter e candidati ma è anche uno strumento facile da utilizzare. Essendo integrato all’interno dell’ATS, il selezionatore può pianificare un video-colloquio sincrono direttamente dall’agenda degli appuntamenti, invitare i candidati e colleghi a partecipare, e comunicare facilmente inviando messaggi personalizzati. Dall’altro lato, il candidato può accedere al video-colloquio con un semplice link, anche da mobile, senza la necessità di creare un account o scaricare app. L’interazione durante il colloquio è immediata grazie alla chat, alla funzione di alzata di mano e alla possibilità di condividere documenti dallo schermo o video direttamente da YouTube.

Video presentazione

Ponendosi sulla scia di Meetin, anche la video presentazione contribuisce a semplificare lo svolgimento delle selezioni a distanza, questa volta con un video asincrono. I recruiter, quindi, possono richiedere ai candidati di registrare un video CV da associare al proprio profilo. Il video può essere registrato facilmente, per un numero illimitato di volte, direttamente dal browser in fase di candidatura ed è molto utile per farsi conoscere meglio dai selezionatori. D’altro canto, abilitando questo strumento, i recruiter potranno conoscere “in anteprima” la persona che si nasconde dietro al CV e cogliere aspetti della sua personalità che difficilmente possono emergere dal curriculum cartaceo.

Hiring Pipeline e Kanban Board

Nell’ottica di rendere più agile il processo di recruiting, uno degli ultimi sviluppi ha riguardato l’introduzione della Hiring Pipeline e della Kanban Board. L’unione di questi due strumenti consente ai recruiter di tracciare, gestire e monitorare la selezione nelle sue diverse fasi, anche a livello visivo. La Hiring Pipeline si compone di 8 step/categorie che riprendono i momenti salienti del processo di recruiting. Dalla registrazione del candidato all’annuncio, fino al colloquio, all’offerta di lavoro e all’assunzione definitiva o esclusione del profilo, il recruiter può controllare l’andamento del processo di selezione e gestire in maniera dinamica l’avanzamento di un candidato, ‘trascinando’ la sua scheda nello step successivo. Con il contributo della vista Kanban (alternativa a quella tabellare), si offre una panoramica completa e a colpo d’occhio sul processo di recruiting per tenere sotto controllo non solo i progressi ma anche ostacoli, rallentamenti e numerose statistiche utili per correggere il tiro e migliorare costantemente il proprio lavoro.

Statistiche

Le statistiche rappresentano, ad oggi, una vera e propria risorsa per gli utilizzatori di In-recruiting. Oltre a migliorare le metriche già in uso, l’inserimento di nuovi parametri aiuta i selezionatori a perfezionare il lavoro di ricerca e selezione adottando una strategia di data-driven recruiting. Parliamo quindi di time to hire, time to fill, dati relativi allo stato annuncio, ai canali di provenienza dei candidati ecc.

Integrazione Infinity Risorse Umane Zucchetti

Abbiamo integrato Infinity Risorse Umane di Zucchetti, gruppo del quale siamo orgogliosi di fare parte da oltre un anno. L’integrazione di Infinity Risorse Umane con In-recruiting permette di gestire, in maniera continuativa, l’intero iter di gestione e selezione del personale. Lavorando in maniera congiunta, i due sistemi si occupano di gestire tutto il processo: l’iniziale richiesta di personale viene trasferita sull’ATS perché si sviluppi il processo di ricerca; una volta individuato il candidato più idoneo, il processo torna al sistema d’origine per completare l’iter di assunzione. Un ulteriore aggiornamento sullo status dell’inserimento contribuisce a tenere sempre aggiornati e allineati i due sistemi per una migliore e più efficace collaborazione.

Upgrade e nuove integrazioni

Sappiamo quanto sia importante, per chi si occupa di risorse umane, avere a disposizione strumenti e canali efficaci per diffondere i propri annunci di lavoro. In questo senso, quest’anno abbiamo raggiunto importanti obiettivi. Siamo stati i primi in Italia a completare l’integrazione con Facebook Jobs, la nuova sezione di Facebook dedicata a chi cerca e/o offre lavoro, rendendo visibili le offerte di lavoro su uno dei social network più utilizzati, e abbiamo effettuato un upgrade dell’integrazione con Neuvoo/Talent.com, uno dei principali motori di ricerca di lavoro, consentendo ai candidati di registrarsi agli annunci direttamente sulla Job Board. Un altro passo avanti è stato compiuto anche sul fronte dell’analisi dei dati e dei processi di selezione data-driven. Grazie alla partnership strategica con Indeed, In-recruiting è stato il primo ATS italiano ad avere accesso ai Disposition Data. Si tratta di un protocollo di tracciamento che permette di migliorare la qualità delle candidature ricevute, acquisendo profili più in linea con gli annunci di lavoro e le selezioni effettuate in precedenza.

Interfaccia Ricerca Candidati

Abbiamo anche aggiornato l’interfaccia di Ricerca candidati. Con una grafica semplice, moderna e facile da utilizzare, il recruiter può effettuare ricerche mirate all’interno del database utilizzando gli strumenti di ricerca semplice, avanzata e semantica (se attiva l’intelligenza artificiale di Inda).

Campo skills

Si tratta di un nuovo campo che può essere attivato nei form di registrazione. Questo permette di aggiungere fino a 15 competenze personali (hard skills e soft skills). L’inserimento delle skills, da parte del candidato o dell’utente aziendale, è semplificato dalla funzione di autocomplete e dal suggerimento di altre voci affini. Compilare il campo dedicato alle skills è molto utile ai recruiter per effettuare ricerche veloci, ma anche per eseguire ricerche approfondite e mirate su specifiche competenze.

Nuove implementazioni

Dal punto di vista tecnologico e legato allo sviluppo pratico del software, abbiamo implementato nuovi strumenti. Abbiamo abilitato il Single Sign On con Google e il Single Sign On con Microsoft 365 (Azure), previa configurazione, per agevolare l’accesso dei nostri clienti ad In-recruiting e rendere migliore la loro esperienza di utilizzo del software. Sul fronte della comunicazione, abbiamo adottato un nuovo sistema di invio email con l’implementazione di Amazon SES, una piattaforma in grado di migliorare l’affidabilità delle comunicazioni email per i clienti garantendo maggiore protezione e rispettando le loro specifiche esigenze. Nell’ambito dell’ottimizzazione delle comunicazioni si inseriscono anche le impostazioni SMTP & DKIM utili per ottenere migliori prestazioni, sicurezza ed efficienza nell’invio di messaggi anche massivi.

Campi condizionali dei form di candidatura

La personalizzazione dei form di candidatura è uno dei punti di forza di In-recruiting. La recente introduzione dei Campi Condizionali completa e perfeziona il lavoro di customizzazione del form perché permette di abilitare e rendere visibili e/o obbligatori alcuni dei suoi campi. Consideriamo, ad esempio, la categoria relativa alle competenze linguistiche. L’utente aziendale che si occupa di comporre e organizzare un form di candidatura in linea con le esigenze dell’azienda e degli annunci pubblicati, può decidere di ‘condizionare’ la categoria delle competenze linguistiche. In questo senso, continuando l’esempio, ad un candidato che inserisce “inglese” nel campo dedicato alla lingua, può essere richiesto di compilare – anche obbligatoriamente – quelli relativi al livello di conoscenza ‘scritta’ e ‘parlata’ della lingua in oggetto.

Riavvolgendo il nastro di questo 2020, non è facile tirare le somme. È stato un anno particolare e difficile sotto tanti punti di vista, specialmente quello umano. Per questo, abbiamo provato a farlo ripercorrendo alcune tappe per noi importanti, quelle che la collaborazione, la condivisione e la sinergia che abbiamo maturato, ci hanno permesso di raggiungere insieme, come team. Queste novità sono il riflesso di una strategia fatta di impegno, ricerca e di innovazione continua che portiamo avanti da 12 anni e che traccia la strada per gli anni a venire e per le future novità alle quali stiamo già lavorando.