7 Errori da evitare per scrivere un annuncio di lavoro magnetico

7 Errori da evitare per scrivere un annuncio di lavoro magnetico

Se il tuo obiettivo è attrarre candidati per una specifica posizione, nella gran parte dei casi dovrai pubblicare e diffondere un annuncio di lavoro. Purtroppo ogni giorno vengono pubblicati centinaia di nuovi annunci, in decine di Job board differenti, e questo significa che il tuo sarà sempre in competizione con quelli di altre aziende, anche concorrenti.

Il candidato che accede ad una Job board (ovvero un portale di annunci di lavoro) sarà stimolato da un numero altissimo di annunci all’apparenza molto simili tra di loro: la sua attenzione e tempo sono limitati e dovrà decidere rapidamente su quali cliccare per avere maggiori dettagli. Di conseguenza scrivere un annuncio efficace, iniziando dal titolo, senza compiere errori è molto importante per avere una solida base di candidature idonee.

Come scrivere una annuncio di lavoro: gli errori da non fare

Ho deciso di presentare alcuni dei principali errori che possono essere commessi quando si scrive un annuncio di lavoro: questi possono compromettere intere campagne di recruiting e di conseguenza è importante conoscerli per evitarli.

Se vuoi scrivere un annuncio di lavoro veramente efficace è importante gestire al meglio ognuno di questi 7 punti.

1) Non prepararsi prima di scrivere l’annuncio di lavoro

Per creare offerte di lavoro efficaci che siano rilevanti per la vostra audience è importante identificare con precisione il profilo di candidato ricercato ancora prima di iniziare a redigere la job description. Sebbene sia importante curare con la massima attenzione questa fase, spesso la si sacrifica con il risultato che il tempo perso sarà ancora maggiore: un job title e una job description scritte male attireranno inevitabilmente pochi candidati, oppure i candidati sbagliati. Confrontatevi con chi vi ha commissionato la ricerca (es. manager di linea) per avere ben chiaro il profilo ricercato e quali debbano essere i requisiti fondamentali del candidato ideale.

Dedicare più tempo all’inizio del processo di recruiting ne fa guadagnare di più nelle fasi avanzate, come indica lo stratagemma cinese: “Partire dopo per arrivare prima”.

2) Scegliere un Job title poco comprensibile ai candidati

I candidati decidono se aprire un annuncio semplicemente dal titolo (Job title). Quindi è questo l’elemento principale sul quale un recruiter dovrà focalizzare la propria attenzione. Può infatti capitare che annunci per posizioni molto interessati e scritti in modo impeccabile – ma con un titolo poco esplicativo e attrattivo – non vengono neanche aperti; ed altri con un titolo efficace e descrizioni più povere ottengano comunque più candidature. Un buon modo per identificare quale possa essere il miglior titolo per il tuo annuncio è provare a pubblicarne un paio con titoli differenti per verificare quale ha prodotto i migliori risultati.
Sono sconsigliabili titoli poveri e poco esplicativi. Per esempio un titolo che recita “agente” è poco specifico. Più efficace sarebbe, per esempio, “agente – settore web marketing” che indica chiaramente il posizione e il settore, motivando chi ha esperienze pregresse a cliccare sull’annuncio. Così facendo si ottiene un pool di candidature più in linea e si risparmia tempo nelle fasi successive di screening. Ricordiamo che l’obiettivo di un annuncio è attrarre candidature idonee per la posizione ed escludere quelle fuori target che richiederebbero comunque un impegno per essere valutate e poi scartate.

3) Non avere un modello per la scrittura del proprio annuncio di lavoro

Un buon annuncio deve essere chiaro e leggibile in pochi minuti. Se presenta una struttura confusa o una gerarchia delle sezioni diversa da quella abituale per il candidato, le probabilità che questo si candidi diminuiscono.
Per questo motivo nel nostro Applicant Tracking System (In-recruiting) abbiamo inserito un form di creazione in 4 semplici fasi per guidare qualunque utente aziendale a scrivere un annuncio che sia chiaro e orientato al candidato.

Le 4 macro fasi da seguire per scrivere un annuncio di lavoro vincente sono:

  1. Job title
  2. Descrizione azienda: inserire una descrizione sintetica ma chiara dell’azienda
  3. Descrizione posizione ricercata: spiegare qual è la posizione che state ricercando con una descrizione degli obiettivi proposti, della mansione e di eventuali riporti gerarchici
  4. Requisiti: inserire i requisiti minimi che deve avere il candidato ideale
  5. Altre informazioni: dettagliare la tipologia contrattuale, la retribuzione, i benefit, i motivi per cui un candidato dovrebbe candidarsi e ogni altra informazioni utile ad attrarre i candidati ideali

Come scrivere una job description

4) Non inserire informazioni relative all’azienda

Perché qualcuno dovrebbe candidarsi per lavorare nella tua azienda se non ti conosce? Non fornire informazioni caratterizzanti della tua azienda rappresenta un errore grossolano e rischia di disincentivare i candidati a candidarsi.
La sezione “Descrizione azienda”, sia nell’annuncio che nell’area Lavora con noi del sito aziendale, è un’ottima opportunità per comunicare il tuo brand aziendale e convincere i candidati di valore ad inviare il loro CV. Del resto – anche se la tua azienda non ha un brand conosciuto online – la pubblicazione di annuncio è un’ottima opportunità di Employer Branding, considerando che potrebbe essere visto da migliaia di persone e contribuire quindi al riconoscimento dell’azienda nel mercato del lavoro.

5) Scrivere troppo poco

Nell’inserire la descrizione della Posizione e dei Requisiti è importante mantenere un equilibrio tra quantità e qualità. Diverse aziende commettono lo sbaglio di dare troppe poche informazioni, rendendo difficile ai candidati valutare se la posizione aperta corrisponde realmente alle loro competenze e obiettivo professionale.
Per esperienza questo tipo di errore si manifesta nei casi in cui a monte è trascurato quanto indicato al primo punto, ovvero non si è identificato con precisione il profilo ricercato. La soluzione è semplice: fermarsi un momento e ritornare alla fase di definizione del profilo per descrivere con precisione la posizione e le caratteristiche della specifica posizione lavorativa. Anche in situazioni di urgenza una job description efficace aiuterà ad attrarre un maggior numero di candidature di qualità, con un notevole risparmio di tempo e costi dell’intero processo di selezione.

6) Scrivere troppo nella Job description

Alcuni recruiter sono così focalizzati nel fare un buon lavoro di scrittura nelle loro job description che peccano all’opposto: scrivono troppo.
E’ vero che – a differenza della carta stampata – sul web lo spazio di solito è illimitato. Ma è anche vero che allo stesso modo l’attenzione dei candidati è limitata. Di conseguenza è importante essere concisi e chiari, e andare dritti al punto.
Inserire una descrizione troppo lunga dei Requisiti può presentare un altro problema: indicarne troppi rischia di escludere candidati potenzialmente idonei che potrebbero ritenersi non all’altezza della posizione non possedendo il 100% dei requisiti indicati.
Una soluzione consigliata è indicare 3-4 competenze essenziali e di seguito alcune altre desiderate ma non fondamentali.

7) Non curare la formattazione

Un annuncio che si presenta con un “muro di testo” sicuramente scoraggerà molti candidati. Anche la grafica è importante. Anzi, più aumentano le righe di testo e più si dovrebbe creare una gerarchia visiva che accompagni e faciliti il candidato nella lettura.
Quando è possibile suggerirei l’uso di elenchi puntati, diventati oramai uno standard sul web. Sconsigliato è l’uso del corsivo, perché difficile da leggere sullo schermo del PC. Sicuramente meglio il grassetto (ma solo per 2-3 parole alla volta scelte con cura, mai frasi intere).

Tenete a mente questi principi durante la progettazione e scrittura delle vostre job description, così da scrivere annunci di lavoro efficaci e aumentare la quantità e qualità delle candidature che riceverete.

 

Success message!
Warning message!
Error message!