Come creare una Career page per attirare i migliori talenti – Parte II

Come creare una Career page per attirare i migliori talenti – Parte II

Nella prima parte di questo articolo abbiamo presentato la struttura dell’area Lavora con noi. In questa seconda parte affronteremo le diverse modalità di gestione dei CV.

Ogni giorno riceviamo decine di CV (sia per candidature spontanee che per le selezioni in corso) da dover visionare, catalogare e gestire. La semplice catalogazione dei CV e gestione è un’attività che, se effettuata manualmente, richiede moltissimo tempo ed è soggetta a errori.

Possiamo identificare tre modalità di gestione dei CV, molto diversi tra loro sia per l’esperienza candidato che per la gestione interna aziendale.

1) E-mail

Molte aziende prevedono la sola possibilità di ricevere il CV attraverso un indirizzo e-mail, di conseguenza sia nelle posizioni aperte che per le candidature spontanee verrà indicato un indirizzo e-mail del tipo hr@email.com, lavoraconnoi@email.com, job@email.com a cui inviare il CV. Questo comporta che i CV arriveranno in formati eterogenei nella casella e-mail aziendale e dovranno essere ordinati a mano (non è raro ricevere più di 200 candidature per una posizione aperta). Con questa modalità i formati e dimensioni dei CV allegati non saranno controllabili ed sarà difficile capire per quale posizione ha risposto un candidato. Inoltre i CV ricevuti, a meno che archivi tutto in maniera davvero precisa (impiegando molto tempo), difficilmente saranno utilizzabili in seguito perché sarà molto difficile fare una ricerca per parole chiave o informazioni standard e compararli, bisognerà analizzarli uno per uno ogni volta. Solitamente chi utilizza questa soluzione tenta (spesso a fatica) di mantenere un ordine grazie al supporto di sterminati file excel.

2) Form di registrazione semplice

Un’altra soluzione spesso utilizzata è inserire nella sezione Lavora con noi un semplice form di registrazione, senza avere però un database che raccolta automaticamente le informazioni inserite. I dati raccolti vengono inviati a un indirizzo e-mail aziendale: in questo caso l’esperienza candidato è migliore ma la gestione dei CV lato azienda è pressoché simile a quanto indicato per la prima soluzione.

3) Recruiting Software

La terza soluzione è quella di utilizzare un recruiting software come In-recruiting (un Applicant Tracking System (ATS) in gergo tecnico), specializzato nella gestione rapida del processo di selezione. Un recruiting software completo permette di creare velocemente una pagina Lavora con noi ottimizzata nella quale le posizioni aperte e la sezione autocandidatura portano immediatamente alla compilazione di un form, in modo che i CV dei candidati siano inseriti in un database strutturato di proprietà della tua azienda e ricercabile in modo veloce. I CV sono ordinati e subito ricercabili in caso di successive ricerche, grazie alla possibilità di ricercare i candidati sia nel database ma anche nel testo dei CV in modo automatico. Inoltre un Recruiting Software non si occupa della sola gestione e archiviazione dei CV ma supporta l’azienda in tutto il processo di reclutamento e selezione del personale, dalla pubblicazione dell’annuncio all’assunzione.
L’integrazione dei reruiting software nei siti web aziendali dovrebbe essere il più semplice possibile. Per esempio ho voluto che In-recruiting possa essere integrato anche senza competenze informatiche: è sufficiente copiare poche righe di codice e in pochi minuti sul sito aziendale compariranno gli annunci e il form di candidatura spontanea; i campi del form potranno poi essere modificati in qualsiasi momento all’interno di In-recruiting.

Gestione CV avanzata

Fino a pochi anni fa l’uso di questi software era riservato alle grandi aziende multinazionali per via del costo molto elevato (per attivarli, configurarli e manutenerli) ed erano inoltre complicati da utilizzare. Le PMI non avevano questa possibilità e spesso non riuscivano a ottimizzare la gestione dei CV e ad attrarre i migliori candidati. Negli ultimi anni c’è stata un’incredibile rivoluzione tecnologia che ha portato un rapido sviluppo di nuove soluzioni cloud di recruiting a un costo contenuto e adatte quindi ad aziende di qualsiasi dimensione.

Oggi sempre più aziende usufruiscono delle versioni di prova gratuita (altro vantaggio del cloud) e decidono di utilizzarli stabilmente, dopo aver riscontrato rapidamente i vantaggi nella gestione del processo rispetto ad una gestione manuale, ovvero un abbattimento dei tempi e dei costi, l’identificazione dei candidati idonei in minor tempo e la facilità di gestione.
Creare una Career page e gestirla secondo le linee guida di questo post è il primo passo per lo sviluppo di un solido Employer branding. Il mio consiglio è quello di stabilire le linee guida principali ed iniziare ad impostarla, correggendo progressivamente nel tempo la rotta (naturalmente se hai bisogno di un consiglio, non esitare a chiedere).

Se vuoi approfondire questo tema continua a seguire il blog e segui anche la nostra pagina su LinkedIn di In-recruiting!